FABBRICA dello SPETTACOLO arti sceniche contemporanee

LORCAbaret, sei quadri e un assassinio

GUARDA LA GALLERY COMPLETA SU FACEBOOK

LORCAbaret

sei quadri e un assassinio

 Un prologo, sei quadri e un epilogo (un assassinio). Un visionario susseguirsi di scene ispirate da poesie e opere scritte da Federico Garcia Lorca durante il suo viaggio in America racconterà, nella nostra espressionistica visione, le diversità: la diversità razziale, la diversità sessuale, la diversità socio-economica, la diversità politica quale discriminante che determinerà l’omicidio di Lorca?. Lorca, in viaggio per l?America troverà una realtà diversa dove potrà vivere, quasi apertamente, la propria condizione in un mondo libero e senza reticenze di esprimere la propria sessualità in un mondo dove emerge l?alienazione dell’uomo nella società moderna con i suoi meccanismi che permettono a pochi di dominare su molti. Nell?ultima tappa del suo viaggio, a Cuba, Lorca amava trascorrere le serate al “Alhamabra”, teatro per soli uomini dove regnava la satira politica condita con allusioni sessuali. LORCAbaret vuol essere uno spettacolo di cabaret, o meglio di varietà con tanto di numeri o quadri. Un varietà, genere caro al manifesto del Futurismo, rivisto e adattato per i nostri intenti, come fosse un varietà dell’ “Alhalambra”, per Lorca , su Lorca. Il prologo e l’epilogo sono ispirati al celebre musical “Cabaret” dove le analogie tra nazismo e la dittatura Franchista evocheranno il drammatico epilogo con la fucilazione di Lorca. Una performance teatrale che inizia e finisce nello stesso modo, o quasi, come “Il Pubblico”: un’opera “irrapresentabile”, come la definì Lorca stesso, “perché è lo specchio del pubblico. Significa far sfilare sulla scena i drammi personali di ognuno”. E noi, inanellati in un varietà dall?impatto visivo raffinato, questo faremo. Faremo sfilare sul palco il bestiario umano che evocherà momenti o stati d’animo di Lorca in America , ma anche le diversità, ovvero i drammi, che affliggono noi, chi più, chi meno. Perché oggi come allora, le discriminazioni razziali, sessuali, socio-economiche e le “diversità” in genere mietono ancora le loro vittime. E questo crudele assassinio, che sembra non vedere una fine, è un grosso insulto alla dignità umana. La performance, per un pubblico adulto, contiene scene di nudo integrale dei performer maschili che, attraverso la loro fisicità, esprimeranno nel bene e nel male, nel disagio e nel piacere, le diversità non solo fisiche.

LORCAbaret

sei quadri e un assassinio
PROLOGO

– Federico Garcia Lorca;

– Benvenuti al Cabaret: Il Presentatore e il corpo di ballo dell’ Alhambra, in rappresentanza del bestiario umano, vi danno il benvenuto

1° QUADRO

25 giugno 1929, lo sbarco di Lorca e l’incontro con New York

2° QUADRO

“Starde e sogni”, Wall Street 1929 e i meccanismi che permettono a pochi di dominare su molti

3° QUADRO

Malinconiche riflessioni: nell’impossibilità di vivere apertamente la propria condizione

4° QUADRO

L’amore impossibile: un gioco erotico, attrazione e conflitto tra una farfalla e uno scarafaggio ispirandasi a “Il maleficio della farfalla” e “Il pubblico”

5° QUADRO

Negri, negri, negri, negri, negri:

il razzismo, quasi un bisogno fisiologico dell’Uomo

6° QUADRO

Arrivo a Cuba! “La canzone del pastore tonto”: la strada dell’accettazione della propria identità

EPILOGO

Il rientro in Spagna

GRAN FINALE FRANCHISTA